venerdì 30 gennaio 2015

Il raccono di Prima Donna e Nonna Terra


Il messaggio di Miranda Gray per la Benedizione Mondiale del Grembo di Febbraio 2015.

Le energie della Strega ci aiutano a calmare l'ego, a lasciarci andare e a seguire le opportunità che il Flusso ci offre per dare forma ai nostri sogni.

Il ritmo stressante del mondo moderno spesso ci travolge con le troppe richieste che assorbono tutto il nostro tempo e le nostre energie, tanto che la nostra Incantatrice interiore insorge e combatte aggressivamente per proteggerci, per eliminare tutte le pretese esterne, così che possiamo concentrarci su noi stesse. Ma la saggezza femminile della Strega ci invita a percorrere un’altra strada, mostrandoci come vivere sostenute dal Flusso in modo che questo soddisfi i nostri bisogni. 
_____________________________________

Nonna Terra trovò Prima Donna sdraiata su un tronco riscaldato dal sole.

'I Primi Animali si lamentano che li stai trascurando' disse Nonna Terra a Prima Donna. 

'Sto solo seguendo il Flusso e facendo ciò di cui ho bisogno, ovvero sonnecchiare al sole,' rispose Prima Donna stiracchiandosi nella luce calda. 

Nonna Terra guardò Prima Donna, riflettendo in silenzio, poi si chinò, raccolse un bastone e spinse Prima Donna giù dal tronco.

'Ahi!' gridò Prima Donna sorpresa. 'Perché lo hai fatto?!', protestò.

Nonna Terra si appoggiò al bastone e le puntò il dito contro.

'Non hai imparato niente sull'essere donna?', le chiese sedendosi sul tronco di Prima Donna.

'Noi donne siamo cicliche e anche il Flusso è ciclico per noi. Tu!' disse sospirando, 'tu sei bloccata nelle tue energie egoiche, non c'è NESSUN Flusso in te.'

Con il bastone Nonna Terra disegnò un cerchio sul terreno ai piedi di Prima Donna.

'Dov'è il Flusso delle energie della Madre che accudisce gli altri e se ne prende cura? Dov'è il Flusso delle energie dell'Incantatrice che ci mostra che ogni cosa è divina e ogni azione è una preghiera? Dov'è il Flusso delle energie della Strega che, svincolata dal proprio ego, vede sempre il grande disegno di tutte le cose? E dov'è il Flusso delle energie della Vergine che agisce a vantaggio del prossimo?' le chiese. 

Prima Donna guardò in basso, fissando lo sguardo sui propri piedi per la vergogna.

'Guarda nel tuo cuore e nel tuo grembo, guarda in entrambi perché sono collegati', disse Nonna Terra.

Prima Donna chiuse gli occhi. Nel proprio cuore provava sentimenti d'amore per i suoi amici animali e sentiva la forza nel suo grembo. 

'È importante soddisfare i propri bisogni', disse Nonna Terra, 'ma il Flusso è in tutte le cose. Seguire il Flusso non significa separarti da chi ti circonda ma consentire al Flusso di prendersi cura delle tue necessità mentre a tua volta aiuti gli altri e interagisci con loro.'

'Grazie Nonna Terra', disse Prima Donna. 'Tornerò dai Primi Animali per vedere se riusciamo a trovare una chiazza di sole dove stenderci insieme dopo aver svolto tutti i nostri compiti.' 

Spero che quest'anno ti godrai le energie della Strega; ti prego di condividere le tue storie e le tue intuizioni su come Lei si manifesta nel tuo ciclo mestruale e nella tua vita  cliccando qui

Ti abbraccio con amore,
Miranda 

lunedì 19 gennaio 2015

Cerchio di condivisione per la Benedizione Mondiale del Grembo del 3 Febbraio 2015

Immagine di Mara Fiedman

Le Moon Mothers dell'associazione "Le Vie del Risveglio" vi invitano a partecipare al cerchio di condivisione per la prossima Benedizione Mondiale del Grembo che si terrà il 3 Febbraio 2015. 



Saremo ospiti del B&B "La Magione" a Sant'Agata de' Goti (BN), è quindi richiesta gentile prenotazione, entro e non oltre il 30 Gennaio. Info sul luogo in privato. L'evento si svolgerà orientativamente dalle 18:00 alle 20:30 - 21:00. Se qualcuna desiderasse ricevere un trattamento personale prima o dopo l'evento è pregata di avvisarci e prenotare per tempo, in modo da potersi organizzare con i tempi. Per info e costi contattateci in privato. 

Possono partecipare tutte le donne di qualsiasi età e condizione fisica, sia che abbiano il ciclo, sia che siano in menopausa o con cicli assenti, scarsi o irregolari, non ci sono limitazioni, l'importante è che abbiano avuto il menarca. Le minorenni dovranno essere accompagnate dalle loro madri, zie, o nonne.

Sono invitati a partecipare anche gli uomini interessati a sperimentare l'energia del Divino Femminile.

Per partecipare è necessario iscriversi (solo le donne) entro massimo il 2 Febbraio sul sito ufficiale della BMG cliccando su "Registrati" e compilando tutti i campi richiesti, scegliendo tra gli orari proposti le 18:00 ora di Londra (da noi sarebbero le 19:00) e avvisarci della vostra intenzione di partecipare. E' richiesto un contributo di 5 euro. 

Chi non potrà essere con noi potrà tranquillamente partecipare da casa propria, seguendo le stesse indicazioni di iscrizione, scegliendo in questo caso l'orario per voi più comodo e scaricare i file con le indicazioni e le meditazioni da svolgere che trovate qui e qui.

Per gli uomini invece, sia che siano in gruppi di donne, sia che siano con la propria compagna o da soli, possono trovare info e la Meditazione della Luna qui e qui .

La meditazione aggiuntiva di Febbraio per l'emisfero settentrionale è la Meditazione del rinnovamento del Grembo e si concentra sulla purificazione del nostro Grembo, intesa come rinnovamento e liberazione da vecchi schemi, sentimenti e ricordi che creano blocchi e tensioni e che ostacolano il nostro percorso personale. Come per la fine e l'inizio di ogni ciclo, è necessario lasciarsi il passato alle spalle per affrontare con nuove energie ciò che verrà.

Occorrente:
Abbigliamento comodo e calzini, si starà scalzi (per tutti)
Materassino, cuscino e plaid (per tutti)
Uno scialle, o sciarpa (per le donne)
Due ciotoline, tipo quelle per i cereali, la macedonia, o il gelato, una conterrà acqua e l'altra una candela (per le donne)
Una tea-light della durata di almeno due ore, bianca o del colore associato alla vostra fase del ciclo (per le donne).
Se lo desiderate un'offerta o un oggetto da mettere sull'altare e da caricare (per tutti)
Un nastro, un cordino o un bracciale bianco (per gli uomini)
Una tazza/bicchiere (per gli uomini)
Qualcosa da mangiare e da condividere con tutti

Per info e iscrizioni contattateci:

Antonella: avalon85@hotmail.it
Michela: ottomiki@libero.it  


martedì 13 gennaio 2015

"Frozen": una favola Disney che svela la chiave per affrontare la fase mestruale dell'Incantatrice

I miti mestruali

La Disney Corporation si è impegnata molto nel raccontare e ri-raccontare storie ispirate alla saggezza del folclore europeo.

Purtroppo, in questo ri-raccontare, molte storie sono state semplificate o modificate per essere rese commercialmente più attraenti. Nonostante ciò, proprio alcune animazioni della Disney hanno permesso di mantenere in vita l’antica saggezza delle donne e renderla quindi accessibile alle giovani.

Ma anche quando i racconti popolari vengono rimaneggiati per un pubblico moderno, gli antichi modelli archetipali sopravvivono e risuonano nella psiche delle donne: i brividi, o la pelle d’oca, che proviamo mentre guardiamo un film sono un chiaro segno che quella profonda magia è all’opera! Ciò accade perché le storie originali sono espressioni fondamentali della condizione umana e per questo, indipendentemente dall’epoca in cui viviamo, continuano a risuonare a livello del nostro inconscio.

Biancaneve – Un mito mestruale!
Nel film ‘Biancaneve’ la Disney ha tenuto in vita un antico ‘mito mestruale’, in quanto la storia ripercorre proprio le energie del ciclo mestruale. Questo ha permesso a generazioni e generazioni di ragazze e di madri di accedere a una versione moderna di una storia antica nella quale sono esemplificate le energie del nostro ciclo mestruale, la prima mestruazione e il momento dell’ingresso nell’età adulta. (Nel mio libro “Luna Rossa” spiego tutto questo più approfonditamente).

Cosa possiamo ritrovare nel film Frozen, tratto dal racconto di Hans Christian Andersen “La regina delle nevi”!? Siamo sicure che questa divertente e incantevole pellicola d’evasione non nasconda un mito mestruale?!

Frozen
Frozen racconta delle energie dell’Incantatrice che sperimentiamo nella fase pre-mestruale del nostro ciclo mestruale.

Per molte di noi la “fase dell’Incantatrice” del nostro ciclo mestruale può essere vissuta come un periodo di energie e comportamenti distruttivi. Ci possiamo sentire fuori controllo, incapaci di pensare chiaramente e sempre più scariche fisicamente. Avremmo soltanto voglia di mollare tutto e fuggire dal mondo. Nonostante ciò, la fase dell’Incantatrice contiene dei doni bellissimi di libertà, di fuga, d'ispirazione, di creatività e intense energie sessuali e spirituali. Ma abbiamo bisogno di conoscere la chiave che ci consente di aprire lo scrigno in cui questi doni sono racchiusi. Ed è proprio Frozen a mostrarcela!

Nel film Frozen la Principessa Elsa è nata con una “maledizione” – la capacità di congelare tutto ciò che la circonda. Da bambina, Elsa giocava con questo potere in modo creativo fino a quando, accidentalmente, mette in pericolo la vita della sorella.

Con il passare del tempo, man mano che Elsa si trasforma da bambina a una giovane donna, la sua fase pre-mestruale dell’Incantatrice incrementa le sue energie creative che diventano sempre più forti e ancora più fuori controllo. Elsa quindi si sente obbligata ad allontanare tutti e non permette più a nessuno di avvicinarla fisicamente o emotivamente. Deve nascondere il suo potere, non mostrarlo mai, deve essere una ‘brava ragazza’ così che nessuno lo scopra e possa aver paura di lei e del suo potere. Si allontana dal mondo, chiudendosi nella sua stanza nel tentativo di nascondere ciò che è e di proteggere le persone che ama, fino a isolarsi anche dalla sorella. Ma vivendo senza amore, vivendo nella paura, nella colpa e nella repressione, i suoi poteri si fanno ancora più forti e ancora più incontrollabili.

Essere come Elsa!
Nella fase pre-mestruale viviamo un calo naturale delle nostre energie fisiche, emotive e mentali. Ma in questo calo, possiamo anche sperimentare dei picchi di energie creative e sessuali. Queste energie sono forti, compulsive, istintuali e selvagge. Se non le liberiamo, possono dominarci e condurci dove vogliono, possono generare in noi sentimenti di frustrazione, aggressività e rabbia distruttiva.

Come Elsa, noi proviamo a bloccare l’espressione di questo potere creativo perché ne siamo spaventate, spaventate da quello che potremmo fare e da come ciò potrebbe impattare sulle altre persone. Questo potere ci minaccia e minaccia le persone che amiamo, quindi facciamo tutto il possibile per bloccarlo, arrivando persino a distruggere ciò che ci rende donne e in cui risiede il nostro potere – il nostro ciclo.

“Proteggere” le persone intorno a noi:
Quante di noi provano ad allontanare le persone che amano perché spaventate dalle sensazioni di intolleranza, aggressività, frustrazione e impazienza tipiche della nostra fase pre-mestruale, spaventate di dire cose di cui poi potremmo pentirci?

Quante di noi si sentono fuori controllo e tentano disperatamente di limitare o reprimere queste energie così da poter essere delle ‘brave ragazze’ ed essere ciò che la società si aspetta?

Quante di noi vogliono semplicemente essere chi sono veramente in questa fase?

Quando Elsa diventa Regina il suo potere viene rivelato e, in preda alla paura, scappa dal mondo e si isola tra le montagne. Tra le montagne innevate lei è libera di essere ciò che è per la prima volta nella sua vita: selvaggia, creativa e femminile. Senza restrizioni, esplora i suoi poteri e realizza creazioni di estrema bellezza. Modifica non solo il luogo intorno a lei ma anche il suo aspetto fisico: Elsa ora è sexy, magica e potente. È una Regina nel senso mitologico del termine, una rappresentante della dea della terra. È finalmente libera dalle restrizioni che si era auto-imposta per nascondere il suo potere e per proteggere gli altri. Si lascia andare, incapace di trattenere l’energia. Elsa sente l’energia vorticare dentro di sé come una tempesta furiosa e nell’angoscia di non riuscire e trattenerla, la lascia finalmente andare e “si allontana, sbattendo la porta” – è proprio nella fase pre-mestruale!

Il lato selvaggio di Elsa non è più vincolato dalle regole; non c’è più né giusto né sbagliato, ma semplicemente la vera Elsa e il suo potere. E il suo potere è un’espressione della sua anima femminile che crea bellezza in un palazzo di ghiaccio e di cristalli congelati. La ragazza perfetta non c’è più, i vincoli della società non sono più rilevanti, Elsa permette alla tempesta di imperversare – lei rappresenta la nostra Incantatrice pre-mestruale finalmente liberata!

Le energie della fase pre-mestruale – la chiave
La fase pre-mestruale è naturalmente selvaggia e caratterizzata da un potere creativo e dinamico che scatena una tempesta vorticosa dentro di noi quando proviamo a reprimerlo. E questo potere è comunque destinato a fuoriuscire, non importa quanto ci sforziamo di soffocarlo. In questa fase abbiamo bisogno di abbracciare il nostro potere, di soddisfare le nostre esigenze, di essere libere dalle restrizioni della società ed entrare in contatto con la nostra Incantatrice interiore, creativa, spirituale e sensuale.

Con la canzone di Elsa All'alba sorgerò  la Disney dà voce a tutte le Incantatrici, a tutte le donne nella fase pre-mestruale, giovani e meno giovani. La canzone rispecchia il bisogno del nostro cuore di essere accettate, di essere libere di abbracciare il potere dell’Incantatrice e di abbandonare i sensi di colpa che proviamo per essere noi stesse, per essere donne. Non c’è da meravigliarsi se questa canzone ha toccato profondamente tante donne e ragazze!

Finalmente Elsa è felice di essere se stessa, sexy, creativa, bellissima e potente. Ma non ha ancora compreso che il suo potere ha trasformato il mondo in ghiaccio e in neve. Qualcosa non va. Esprimere il suo potere selvaggio non è sufficiente, deve riuscire incarnare l’Incantatrice e, al contempo, a vivere a contatto con le persone, senza danneggiarle.

Ancora una volta Elsa, con il suo potere, ferisce la sorella Anna che questa volta potrebbe non sopravvivere. Frozen è un film per bambini, divertente e ricco di risate, ma ci rivela anche la chiave segreta per allinearci, senza paura e senza danneggiare nessuno, con la nostra Incantatrice interiore e con il potere della fase pre-mestruale. Nella storia, “l’amore vero” è la chiave.

Quando la Regina Elsa abbraccia sua sorella, ormai congelata, che ha dato la vita per proteggerla, capisce di poter essere amata nonostante il suo terribile potere. Tutti i pensieri di quanto fosse cattiva e tutti i sensi di colpa l’abbandonano non appena comincia ad amarsi. Alla fine anche il suo potere è amato ed Elsa lo può esprimere con amorevole accettazione e giocosa creatività.

Elsa non è più isolata; vive sempre a palazzo, ma ora è decorato grazie alla sua creatività e alla sua allegria: anche il pupazzo di neve ha ottenuto la sua raffica di neve personale (ma questo lo capisci solo se hai visto il film!).

La fase dell’amore per noi stesse!??!
Ecco la saggezza che risuona fin nelle nostre ossa:

Sì, i poteri dell’Incantatrice sono come una tempesta che c’imperversa dentro e che preme uscire e, se li reprimiamo, diventano potenti e distruttivi. Ma la fase dell’Incantatrice riguarda anche l’amare se stesse. La nostra negatività non riguarda la situazione che stiamo vivendo o le persone intorno a noi (quante di noi hanno pensato al divorzio durante questa fase?). Questa negatività è un grande messaggio da parte del nostro subconscio su quanto CI AMIAMO E ACCETTIAMO NOI STESSE, su quanto ESPRIMIAMO LA NOSTRA VERA NATURA e su quanto NUTRIAMO E ASSECONDIAMO I NOSTRI BISOGNI DI DONNA.

Quando amiamo noi stesse, a prescindere dalla fase, accettando di essere delle creature magiche, sensuali e creative dalla natura ciclica, proviamo benessere, felicità, un senso di completezza e d’amore per noi stesse. Non dobbiamo più temere la nostra Incantatrice. Lei è una parte bellissima e meravigliosa di chi siamo veramente e nei giorni in cui ogni mese domina le nostre vite, possiamo amare la sua creatività ed esprimerla, possiamo amare la sua sensualità ed esprimerla, e possiamo amare la sua spiritualità e la sua magia ed esprimerle.

Nelle favole, spesso è proprio l’amore che distrugge “la strega cattiva”. Congratulazione alla Disney per essersi spinta un passo più in là e averci mostrato che provando amore e manifestando amore possiamo vincere gli impulsi distruttivi e, allo stesso tempo, permettere all’Incantatrice di essere libera, creativa e parte del nostro mondo.

Quindi, nella nostra fase dell’Incantatrice abbiamo bisogno di amare noi stesse, di prenderci cura di noi e di concederci il tempo di soddisfare i nostri bisogni ed esprimere le nostre energie. Penso che Elsa, con tutta probabilità, abbia conservato il suo Palazzo di Ghiaccio e che ci torni una volta al mese per un po’ di isolamento e di manutenzione dei ghiacci! Come Elsa, anche noi possiamo creare il nostro ritiro di ghiaccio ogni mese, possiamo essere la Regina di Ghiaccio sexy e potente e creare un mondo bellissimo intorno a noi.

Non più maledette
Nel film, il troll chiede se Elsa è nata con il potere o se è stata maledetta e la risposta è che lei è nata con questo potere – come tutte le donne. Successivamente Elsa canta che il potere è una maledizione. È interessante riflettere sul fatto che tempo fa ci si riferiva alle mestruazioni chiamandole proprio “la maledizione ”. Questo uso del termine deriva dalla tradizione cristiana secondo cui, quando Eva fu cacciata dal Paradiso, le furono inflitti il ciclo mestruale e il parto con dolore come punizione per aver disobbedito al suo dio.

Purtroppo in molte diverse società sparse per il mondo, una cosa tanto meravigliosa e sorprendente come il potere creativo femminile è ancora percepita come una “maledizione”, come una cosa contro natura, una cosa negativa e distruttiva che deve essere repressa e controllata.

Frozen ci mostra di quanto sono meravigliose e potenti le donne quando le loro energie sono accolte e amate e, soprattutto, quando viene loro permesso di essere libere.

Grazie Disney
Magari non te ne sei neppure resa conto, ma hai comunque creato un fantastico mito mestruale che ci aiuta a comprendere noi stesse e a insegnare alle nostre figlie la bellezza del ciclo mestruale.

"L'ANNO DELLA STREGA" di Miranda Gray


Un Messaggio da Miranda
"Quest’anno, per la famiglia della Benedizione Mondiale del Grembo, è l’anno delle bellissime energie della Strega.

La prima Benedizione del Grembo prese il via nel 2012 sotto l’influsso delle dinamiche energie archetipiche di nascita e crescita della Vergine. Poi fiorì nel 2013 incarnando le energie archetipiche della Madre e, infine, nel 2014 siamo state trascinate nel turbine delle stimolanti energie dell’Incantatrice. Ora possiamo riposare nella quiete e nella tranquillità delle energie della Strega per un anno.

Se ci permettiamo di lasciar andare le aspettative del mondo moderno e riposiamo nella bellezza e nella sacralità di questo momento, possiamo sperimentare le profonde e amorevoli energie della Strega nella Fase della Luna Nera o durante la nostra fase mestruale. E’ così facile essere travolte dalla moderna 'società della Vergine' dove ogni cosa è focalizzata 'sul fare e sull’ottenere' e anche quando noi stesse incarniamo proprio le energie della Strega, spesso dimentichiamo di ascoltarle. 

Se ci permettiamo di lasciar andare le aspettative del mondo moderno e riposiamo nella bellezza e nella sacralità di questo momento, possiamo sperimentare le profonde e amorevoli energie della Strega nella Fase della Luna Nera o durante la nostra fase mestruale. E’ così facile essere travolte dalla moderna 'società della Vergine' dove ogni cosa è focalizzata 'sul fare e sull’ottenere' e anche quando noi stesse incarniamo proprio le energie della Strega, spesso dimentichiamo di ascoltarle. 

Cosa puoi fare:

- Riposa di più durante la fase mestruale, nel periodo della Luna Nera e durante l'inverno.
- Annota le tue esperienze in questo momento sacro e utilizzale come guida su come vivere quest’anno.
- Prenditi del tempo per te, siediti tranquillamente e ascolta la voce della Strega dentro di te che ti guida nella creazione della tua vita, attraverso il suo approccio e le sue energie."

Amore e abbracci,
Miranda xx 

Da dove viene la Strega?
L’immagine della ‘strega’ – intesa come donna d’età avanzata – ha un ruolo speciale nella saggezza femminile tradizionale, soprattutto nell’ambito delle tradizioni connesse al ciclo lunare-mestruale. L’anziana incarna energie e doni a cui le donne possono accedere grazie a un aspetto specifico della loro natura femminile.

Possiamo ritrovare la tradizione lunare-mestruale nella mitologia e nel folclore in quattro archetipi femminili – energie che giacciono in ognuna di noi, indipendentemente dalla cultura e dal background. Ogni archetipo è associato a una fase lunare e a una del ciclo mestruale. L’archetipo della Vergine rappresenta le energie in aumento proprie della luna crescente e della fase pre-ovulatoria. L’archetipo della Madre è collegato alle energie abbondanti e complete della luna piena e dell’ovulazione. Le energie in diminuzione della fase pre-mestruale e della luna calante sono incarnate dall’archetipo dell’Incantatrice – la donna matura che è anche una maga bella e seducente. E infine, la fase mestruale e la luna nera sono rappresentate dalla donna anziana, la megera, ovvero l’archetipo della vecchia Strega che, sottraendosi al mondo, vive sola nel suo magico cottage nel profondo del bosco.

Le energie della Strega sono come l’inverno, silenziose e statiche. Il suo volto esteriore è nascosto poiché ella è rivolta completamente all’interno. Ha abbandonato il bisogno di interagire con la società e di conformarsi alle sue esigenze. La Strega non ha le energie fisiche necessarie a far accadere le cose; piuttosto rimane a guardare e, con la sua immobile presenza, consente agli eventi di evolversi. È la tessitrice dell’Energia Universale, Colei che crea con l’intenzione e con il fluire. La troviamo nelle storie, dove è la vecchia saggia che vive nella foresta e parla più con gli alberi e gli animali che non con le persone. La troviamo nella famiglia, dove è la nonnina che siede in un angolo vicino al fuoco da cui lancia osservazioni pungenti che mettono tutti un po’ in imbarazzo. E la troviamo anche nella vita di ogni giorno, dove è la donna anziana che sta tutto il giorno alla finestra a osservare il mondo.

Possiamo fare esperienza diretta delle energie della Strega ogni mese, durante la fase mestruale del ciclo, se permettiamo a noi stesse di abbandonare le aspettative della società moderna. Quando abbiamo le mestruazioni le nostre energie fisiche, mentali ed emotive sono al minimo e la nostra consapevolezza raggiunge i livelli più profondi – attiviamo la nostra mente animica. Nella fase mestruale siamo naturalmente portate a ritirarci dalla vita per riposare ed essere semplicemente noi stesse. In questa fase riusciamo più facilmente a lasciar andare il nostro bagaglio emozionale e mentale, a osservare il mondo senza sentirci coinvolte emotivamente e a lasciare che le cose si sviluppino senza il nostro intervento. Se non abbiamo più il ciclo, possiamo comunque sperimentare le energie della Strega connettendoci al ciclo lunare e portandolo nelle nostre vite riposando, ritirandoci e meditando durante i giorni di novilunio.

Vivere le energie dell’anno della Strega
Da quando è cominciata, la Benedizione del Grembo ha attraversato le energie della nascita della Vergine nel 2012, le energie della pienezza della Madre nel 2013 e gli impegnativi cambiamenti apportati dalle energie dell’Incantatrice nel 2014. E ora la famiglia della Benedizione del Grembo sta entrando nelle energie della Strega che ci accompagneranno per un anno, offrendoci riposo, la capacità di lasciar fluire e di lasciare che le cose accadano, perdono e accettazione. Dopo la corsa sulle montagne russe dell’anno dell’Incantatrice, la Strega ci dice: ‘Riposa tra le mie braccia, bambina mia, e lascia che la vita sia come sia.’ Ci chiede di rimanere con lei, immerse nelle sue energie invernali, nelle sue energie mestruali e nelle sue energie di luna nera.

Il messaggio della Strega è ‘Abbastanza’. Ci dice che abbiamo abbastanza. Ci abbraccia e ci dice che è abbastanza se siamo quelle che siamo. E ci dice anche ne abbiamo avuto abbastanza – non abbiamo più bisogno di rivivere il nostro passato, i nostri vecchi schemi, i nostri conflitti e le nostre ferite, né dobbiamo continuare ad agire in base a essi. L’anno della Strega è un anno di accettazione amorevole; non c’è niente da cambiare o da aggiustare. È un anno in cui riflettere e donare al Divino Femminile i nostri obiettivi e i nostri sogni perché se ne occupi lei, senza alcuno sforzo da parte nostra.

La Strega è la Madre Oscura, la madre delle anime e della rinascita, è una Creatrice potente ma, per poterci connettere alle sue energie creative, dobbiamo lasciarle le redini e avere fiducia in lei. Quest’anno la Strega ci offre il dono del rinnovamento della nostra energia, della dolce guarigione e integrazione di tutte le energie e i cambiamenti degli ultimi tre anni di Benedizioni del Grembo. Così, alla sua conclusione, saremo pronte per rinascere dal suo calderone alle nuove energie dinamiche del prossimo anno.

Come approcciare quest’anno della Strega
- Arrenditi, solo allora le cose accadranno.
- Sii paziente e abbi fiducia.
- Non combattere perché le cose accadano.
- Accogli ogni opportunità che la Strega ti presenta.
- Risparmia le tue energie, a meno che non sia proprio necessario usarle.
- Lascia che le cose si sviluppino coi loro tempi.
- Riposa di più nella fase mestruale per sperimentare l’energia e i doni della Strega.
- Scrivi le sensazioni che provi e le intuizioni che ti arrivano quando hai le mestruazioni perché t’insegnino come vivere al meglio un anno caratterizzato dalle energie della Strega.
- Ricorda a te stessa che stai vivendo un anno della Strega – vedi il promemoria che segue.
- Benefici delle energie dell’anno della Strega
- Essere guidata dalla tua anima – conoscere il tuo scopo nella vita.
- Scoprire verità profonde, preziose indicazioni e saggezza.
- Lasciar andare il passato, i vecchi schemi e i bagagli emotivi.
- Riuscire a perdonare e a risanare le relazioni attraverso l’amore e l’accettazione.
- Accettare e amare te stessa per come sei ora.
- Creare senza bisogno d’agire.
- Sviluppare la fiducia.
- Risanare e ripristinare le tue energie.
- Approfondire la tua connessione spirituale col Divino Femminile.
- I doni dell’anno della Strega sono a disposizione di tutte noi donne della famiglia della Benedizione del Grembo, ma solo se lasciamo andare e ci arrendiamo. Per questo, quando la vita moderna stuzzica le energie della Vergine nella tua vita, ricordati di richiamare a te la Strega:

Dolce Madre dell’oscurità e del silenzio

Nelle tue braccia consegno la mia vita e i miei desideri.

Cedo queste cose al tuo amore e alla tua forza creatrice

E so che, quando per te sarà il momento, verranno alla luce.

Va tutto bene.